Loading...
Eventi
Rassegna Lyda Borelli diva cinematografica Ma l’amor mio non muore, Malombra, Carnevalesca, proiezione delle pellicole

Venezia

19, 21, 22 settembre 2017, ore 17.30/20.30
Venezia, La Casa del Cinema – Videoteca Pasinetti
Rassegna Lyda Borelli diva cinematografica
Ma l’amor mio non muore, Malombra, Carnevalesca, proiezione delle pellicole

Nell’ambito della rassegna Lyda Borelli diva cinematografica, l’Istituto per il Teatro e il Melodramma promuove una serie di appuntamenti realizzati in collaborazione con La Casa del Cinema – Videoteca Pasinetti; le prime proiezioni saranno precedute da conferenze introduttive a cura di studiosi ed esperti del settore, che analizzeranno l’influenza che la diva ha avuto nell’ambito del cinema di inizio secolo. Negli anni dello sviluppo del cinematografo, la carriera della Borelli, primadonna dei palcoscenici nazionali e internazionali, trova infatti un naturale sbocco in questa nuova forma d’arte, in cui il suo stile si afferma agli occhi di un pubblico più ampio.


Il ciclo si inaugura il 19 settembre con Ma l’amor mio non muore!, pellicola che costituisce la prima interpretazione cinematografica della diva, diretta da Mario Caserini nel 1913. Introdurranno Maria Ida Biggi, direttrice dell’Istituto per il Teatro e il Melodramma, e Carlo Montanaro, critico cinematografico tra i fondatori delle Giornate del Cinema Muto di Pordenone.


Il 21 settembre sarà la volta di Malombra, con la regia di Carmine Gallone, film del 1917 che quest’anno festeggia il centenario della sua uscita. Presenterà la pellicola Cristina Jandelli, storica del cinema e docente presso l’Università degli Studi di Firenze.


Il terzo appuntamento sarà dedicato a Carnevalesca, pellicola del 1918 diretta da Amleto Palermi e costruita secondo i più classici canoni del “diva film”. La conferenza introduttiva, nella giornata del 22 settembre, sarà a cura del docente e studioso di cinema delle origini Denis Lotti.


Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione consigliata: 041 2747140


Scarica la locandina della Rassegna LYDA BORELLI


Didascalia:
Lyda Borelli in Malombra, 1917