Loading...
News
Nuovo bando per borse di studio: Musica Ottomana

Nuovo bando Bîrûn. Seminari di musica ottomana

Direttore: Kudsi Erguner

Musiche delle corti: da Herat ad Istanbul

27 marzo – 1 aprile 2017
Fondazione Giorgio Cini, Venezia

Bando per otto borse di studio

Scadenza per la presentazione delle domande: 15 gennaio 2017


Dal 27 marzo al 1 aprile, 2017, l’Istituto Interculturale di Studi Musicali Comparati della Fondazione Giorgio Cini, Venezia, organizza la sesta edizione di Bîrûn, un ciclo di seminari di alta formazione in musica classica ottomana diretti da Kudsi Erguner, rivolti a musicisti professionisti e semi professionisti.

La musica classica ottomana è basata sul sistema modale del maqâm ed è arricchita dagli apporti di compositori turchi, arabi, persiani, greci, ebrei e armeni i quali, tutti, operavano sui territori dell’impero. Considerare la musica classica ottomana una tradizione “etnica”, regionale o nazionale, sarebbe un errore poiché essa rappresenta un gusto ed una espressione condivisa di là dalle culture di provenienza, al pari della musica classica europea. L’estetica della musica ottomana, in particolare, è il risultato di influenze che vanno da Bisanzio, al Medio Oriente, all’Asia centrale, all’India.

Quest’anno il tema scelto per il seminario è quello delle musiche delle corti del Khorasan e, più in particolare,
quello delle opere del compositore Abd-al Qader Marâghî (1360?-1435), unanimemente considerato il maestro e l’inventore di diverse forme musicali.

Il seminario si concluderà con un concerto pubblico dell’Ensemble Bîrûn, diretto da Kudsi Erguner, sabato 1 aprile 2017.

 

Borse di studio

La Fondazione Giorgio Cini, grazie al contributo del Ministero degli Affari Esteri di Turchia, offre otto borse di studio per cantanti e strumentisti che andranno a formare un ensemble. Gli strumenti particolarmente richiesti: flauto ney, liuto a manico corto ‘ûd, liuto a manico lungo tanbûr, cetra su tavola kanûn, vielle kemençe o yayli tanbûr e percussioni (tamburi a cornice def o bendir; tamburo a calice zarb, timpani kudûm).

Inoltre, questo particolare repertorio richiede la presenza di più di un cantante.
Le borse di studio copriranno: la quota d’iscrizione, l’alloggio (presso la residenza del Centro Vittore Branca), i pranzi (cene escluse) e le spese di viaggio (in classe economy fino ad un massimo di Euro 400). Per partecipare alla selezione i candidati devono far recapitare alla segreteria dei seminari (via e-mail a: birun@cini.it) il seguente materiale entro e non oltre l’ 15 gennaio 2017:

  • CV dettagliato con chiaro riferimento alla candidatura in oggetto (es: voce; ney; etc.);
  • 1 registrazione musicale in formato mp3 o mp4
  • 1 improvvisazione (taqsîm) che comprenda diverse modulazioni fra vari maqâm;

È richiesta ai candidati la capacità di leggere la musica secondo la notazione eurocolta e, soprattutto, di studiare in anticipo il repertorio che verrà consegnato prima dell’inizio del seminario.

Nota Bene: ogni file dovrà riportare nome e cognome del candidato.
I vincitori delle borse di studio e anche gli uditori* saranno selezionati da Kudsi Erguner.
L’esito della selezione verrà comunicato a tutti i candidati via mail e pubblicato sul sito www.cini.it .

Come per le precedenti edizioni, se la qualità delle registrazioni sarà ritenuta adeguata, verrà realizzato un CD pubblicato dall’etichetta Nota Edizioni.
*I candidati che supereranno la selezione, ma che non risulteranno aggiudicatari di una borsa di studio, potranno assistere al seminario come uditori e avranno la possibilità di alloggiare a loro spese presso la Residenza del Centro Vittore Branca (previa verifica di disponibilità delle stanze).

Per ulteriori informazioni: birun@cini.it  –  www.cini.it – T. +39 0412710357

Scarica qui il bando