Loading...
News
Presentazione del libro di Simha Arom: “Le ragioni della musica. Scritture di musicologia africanista”

Presentazione del libro di Simha Arom

Le ragioni della musica
Scritture di musicologia africanista

a cura di Maurizio Agamennone e Serena Facci

Martedì 11 novembre, 2014

ore 16, Aula “Mario Baratto”

Università Ca’ Foscari Venezia,  Dorsoduro, 3246

Evento a cura della Fondazione Ugo e Olga Levi, dell’Istituto Interculturale di Studi Musicali Comparati della Fondazione Giorgio Cini e del Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali dell’Università Ca’ Foscari Venezia.

Il volume propone in traduzione italiana dieci saggi dello studioso franco-israeliano Simha Arom, composti tra il 1976 e il 2009, rappresentativi delle sue ricerche, intuizioni metodologiche, invenzioni tecnologiche e interazioni dialogiche. Nella introduttiva Conversazione con un Maestro lo stesso studioso ripercorre alcune delle sue principali esperienze di ricerca, spesso condotte in situazioni di statu nascenti, misurandosi con pratiche ben poco conosciute, se non dai detentori locali, e che mai erano state oggetto di rilevazioni capaci di coglierne le regole interne. Completano il volume preziosi documenti sonori e visuali, raccolti tra il 1965 e il 2001, compresi nel CD e nel DVD allegati: si tratta di testi che costituiscono un efficace compendio documentale per le “scritture di musicologia africanista” proposte in questo volume, irrinunciabile testimonianza di una lunga attività di ricerca che ha prodotto una documentazione imponente, oggi saldamente tutelata dalla Bibliothèque Nationale de France.

Simha Arom (Düsseldorf 1930) è direttore emerito di ricerca presso il Centre National de la Recherche Scientifique, membro fondatore di Société française d’ethnomusicologie, Société française d’analyse musicale, European Society for the Cognitive Sciences of Music ed European Seminar in Ethnomusicology. Chevalier des Arts et des Lettres, nel 2008 ha conseguito ilKoizumi Fumio Prize for Ethnomusicology (Tokyo) e il Prix International de la Fondation Fyssen (Paris). Nel 2012 è stato acclamato ‘Honorary Member’ dell’International Musicological Society. È autore di numerose monografie e centinaia di saggi e articoli, cui si aggiungono oltre venti dischi di documentazione sonora e cinque film etnografici, in formati diversi. È stato lungamente attivo in diversi terreni, dall’Africa centrale alla Georgia, dalla Grecia a Israele. Il suo Polyphonies et polyrythmies instrumentales d’Afrique Centrale (Paris 1985, ed. ingl. Cambridge 1991) costituisce un testo fondamentale negli studi di africanistica. È considerato uno degli etnomusicologi più importanti nello scenario contemporaneo.

Scarica la locandina