Loading...
Centro Branca
Temi di ricerca

Di seguito i temi di ricerca di particolare interesse per gli Istituti e i Centri di ricerca della Fondazione Giorgio Cini: i candidati possono anche proporre un progetto di ricerca indipendente, purché incentrato sui materiali custoditi presso le biblioteche e gli archivi della Fondazione.

– Ricerca di volumi della Fondazione Giorgio Cini su OPAC – 

Civiltà e Spiritualità Comparate

L’approccio comparativo – visto come il principale antidoto ad ogni forma di ‘fondamentalismo’ – e la promozione del dialogo tra civiltà, inteso come scambio e confronto non soltanto di nozioni diverse ma anche di differenti esperienze politiche, teoriche ed estetiche

L’enfasi sulla dimensione religiosa e spirituale e le tradizioni sapienziali delle civiltà che sono oggetto di studio e comparazione. Con il termine ‘tradizioni sapienziali’ ci si riferisce alle risposte che gli esseri umani hanno dato, in diversi contesti culturali, alle domande sul senso della propria presenza nel mondo, sugli ideali di perfezione del sé e sui percorsi esistenziali idonei a raggiungerli

Il riconoscimento del potenziale trasformativo delle tradizioni religiose. Di fronte alle crisi (ecologiche, economiche e morali) che dilaniano le nostre società, solo le tradizioni religiose e spirituali paiono in grado di suscitare le emozioni e generare le energie indispensabili a produrre radicali cambiamenti di paradigma

Ricerca sulle più importanti tradizioni sapienziali del mondo, non solo quelle orientali, valorizzando in particolare quelle che hanno contribuito nel tempo a definire l’identità europea

Progetti dedicati allo studio e valorizzazione dell’ Archivio Tiziano Terzani, donato dalla famiglia alla Fondazione Giorgio Cini

Etnomusicologia

Studio dei manoscritti di teoria musicale indiana conservati presso la Fondazione Giorgio Cini

Alain Daniélou e la ricerca sulla musica indiana

L’Istituto Interculturale di Studi Musicali Comparati della Fondazione Giorgio Cini e la divulgazione della musica indiana in Italia: storia di un quarantennio di corsi, seminari e concerti

Per una storia dell’IISMC: nascita e sviluppi di una nuova idea di divulgazione e ricerca sulle musiche del mondo

Letteratura

Il dibattito artistico-letterario negli anni del primo Futurismo, dai documenti del Fondo Botta

I giornali eruditi veneziani di metà Settecento

La “Repubblica letteraria” settecentesca tra Ludovico Antonio Muratori e Angelo Calogerà

I carteggi di Arrigo Boito ed Eleonora Duse: un letterato e un’attrice a fine Ottocento

Giovanni Pascoli e Vittorio Cian: la corrispondenza tra un poeta e un intellettuale agli inizi del Novecento

Gabriele D’Annunzio e l’impresa di Fiume, dai documenti del Fondo Frumi

Arte e letteratura tra Italia, Germania ed Europa a metà Novecento, dai documenti del Fondo Geiger

La letteratura al femminile tra fine Ottocento e primo Novecento: Sibilla Aleramo

Circoli letterari italiani di primo Novecento, dai documenti del Fondo Nardi

La “linea veneta” nella cultura novecentesca e il ruolo di Diego Valeri

Libri antichi

Il collezionismo librario nel XX secolo

Il commercio dei libri antichi nel XX secolo attraverso i cataloghi di vendita

L’illustrazione e la mise en page del libro veneziano fra ’400 e ’500

Musicologia

Il teatro musicale di avanguardia: Giacomo Manzoni, Egisto Macchi, Domenico Guaccero

Alberto Bruni Tedeschi a cento anni dalla nascita 

Roman Vlad compositore per il cinema e la televisione

La musica strumentale di Roman Vlad degli anni cinquanta-settanta

La produzione liederistica di Camillo Togni

La musica strumentale di Alfredo Casella, Gian Francesco Malipiero e Ottorino Respighi

Storia dell’arte

Vittorio Cini collezionista e le raccolte d’arte della Fondazione Giorgio Cini

Il disegno emiliano di architettura, prospettiva, quadratura e ornato: studio e catalogazione del fondo nella raccolta Antonio Certani alla Fondazione Giorgio Cini

I disegni per le arti decorative nelle raccolte della Fondazione Giorgio Cini: studio e catalogazione

Il disegno di paesaggio: studio e catalogazione dei disegni nelle raccolte della Fondazione Giorgio Cini

Il disegno di figura emiliano e bolognese del Sei e Settecento: studio e catalogazione dei disegni nella raccolta Antonio Certani alla Fondazione Giorgio Cini

La ‘Fototeca italiana’ di Nicolò Cipriani alla Fondazione Giorgio Cini: studio, riordino e inventariazione (e catalogazione) di una sezione del fondo

La raccolta fotografica di Giuseppe Fiocco alla Fondazione Giorgio Cini: studio, riordino e inventariazione (e catalogazione) di una sezione del fondo

La Fototeca di Rodolfo Pallucchini: studio e catalogazione di una sezione della raccolta fotografica

Gallerie d’arte e collezionismo del Novecento: studio del fondo documentario dell’archivio Cardazzo alla Fondazione Giorgio Cini

La raccolta di arte grafica del Novecento di Manlio Malabotta, disegni, stampe e libri illustrati: ricerche e catalogo

Il collezionismo privato in Italia dal 1450 al 1950: un’indagine sullo stato di fatto degli studi attraverso la ricerca bibliografica

N.B. I candidati sono invitati a contattare direttamente l’Istituto di Storia dell’Arte (arte@cini.it) per prendere visione delle raccolte e dei fondi relativi ai temi di ricerca prescelti.

Storia della Società e dello Stato Veneziano

L’archivio di Storia dello Stato veneziano – con una microfilmoteca di oltre due milioni di fotogrammi riproducenti materiali relativi alla Serenissima, custoditi in archivi e biblioteche non veneziani – insieme con la dotazione di libri e periodici italiani e stranieri dedicati alla storia e alla cultura dei territori che subirono l’influsso della civiltà veneziana, permette di studiare in maniera dettagliata e molteplice il ruolo svolto da Venezia nella diplomazia europea, con riferimento – tra gli altri – ai seguenti temi specifici:

Il rimescolio delle idee: arrivi, partenze ed elaborazione in loco

Il rapporto tra la Serenissima e la Santa Sede

La conoscenza del territorio soggetto al governo della Repubblica – nei suoi due versanti “da terra” e “da mar” – da parte di palazzo Ducale

La percezione di un mondo “slargato” dalle scoperte, da parte di Venezia città “specola”, osservatorio privilegiato del mondo che cambia, quindi “occhio del mondo”

La Venezia del Grand Tour

Studi Vivaldiani

L’Istituto Italiano Antonio Vivaldi della Fondazione Giorgio Cini dispone di una dotazione insostituibile per qualunque studio sul compositore veneziano: i microfilm e le copie fotografiche degli autografi e delle copie coeve di tutte le composizioni (opere teatrali, musica sacra e musica strumentale), conservati presso le biblioteche e gli archivi di tutto il mondo, tutte le edizioni musicali moderne e una raccolta completa della letteratura vivaldiana internazionale (monografie e saggi) e delle registrazioni e incisioni discografiche. Sono benvenuti progetti di ricerca su nuove linee di indagine e aspetti ancora poco conosciuti della biografia, dell’opera e del pensiero compositivo di Antonio Vivaldi.

Teatro

Il teatro di Eleonora Duse

La vita e l’arte di Aurel A. Milloss

La drammaturgia e la regia nel teatro di Luigi Squarzina

L’attività artistica di Titina Rota

Storia del melodramma attraverso la collezione dei libretti d’opera di Ulderico Rolandi, con particolare attenzione alla produzione operistica veneta e veneziana

La scenografia veneta dal Seicento al Novecento

La scenografia novecentesca di autore italiano nel teatro e nel cinema

La scenografia di Pierluigi Samaritani

Gli studi sullo spazio scenico di Elena Povoledo

La museografia relativa alle performing arts

L’iconografia come fonte per lo studio della storia del teatro

L’iconografia dell’attore ottocentesco