Loading...
News
Luca Manini vince la prima edizione del Premio per la traduzione poetica “Benno Geiger”

Si chiama Luca Manini, classe 1962, di La Vecchia (RE), il traduttore che sabato 11 ottobre 2014 alle ore 17.30 riceverà il primo Premio Benno Geiger 2014 per la traduzione poetica per l’opera Amoretti di Edmund Spenser (Bompiani). Il riconoscimento è costituito da un premio in denaro del valore di 5.000 euro. La Giuria, presieduta da Francesco Zambon e formata da scrittori, critici, docenti universitari ed esperti di traduzione, ha selezionato Amoretti, quale opera vincitrice tra le 16 pervenute, e ha assegnato una menzione speciale a Damiano Abeni per la traduzione di Quasi invisibile di Mark Strand (Mondadori) e a Valerio Nardoni per Sonetti dell’amore oscuro di Garcia Lorca (Passigli). Nel corso della cerimonia di premiazione, l’attrice Paola Bigatto leggerà brani dal libro vincitore e dai menzionati speciali.

Nel corso della cerimonia di consegna del Premio, che avrà luogo sull’Isola di San Giorgio Maggiore, saranno assegnate anche tre borse di studio agli studiosi Diana Battisti, Francesco Falsini e Carlo Tirinanzi De Medici, selezionati dalla medesima Commissione giudicatrice tra le domande pervenute entro il 15 giugno scorso. I sussidi, del valore di 2.000 euro ciascuno, sono riservati a laureati, dottorandi e dottori di ricerca, italiani e stranieri, d’età inferiore ai 35 anni che hanno presentato un progetto di ricerca sui fondi letterari conservati alla Fondazione Giorgio Cini e permetteranno di soggiornare presso il Centro Internazionale di Studi della Civiltà Italiana ‘Vittore Branca’.

Per partecipare alla cerimonia di premiazione, sabato 11 ottobre alle ore 17.30 è necessario prenotare inviando una mail a info@cini.it con indicati i nomi dei partecipanti (massimo 2 partecipanti per e-mail).