La Fondazione Giorgio Cini, nel contesto delle attività del Centro ARCHiVe (Analysis and Recording of Cultural Heritage in Venice), presenta ARCHiVe Online Academy, un programma formativo dedicato alla digitalizzazione dei beni culturali e alle Digital Humanities. Per l’edizione 2022/23 gli appuntamenti saranno in modalità ibrida, online (piattaforma Zoom) e on site (Isola di San Giorgio Maggiore). Gli incontri, distinti tra corsi e talks, sono rivolti a chiunque desideri approfondire le proprie competenze nell’ambito della conservazione e valorizzazione digitale del patrimonio culturale. Per partecipare ai corsi o ai singoli talk è necessario registrarsi.

 

Agli studenti di Ca’ Foscari potranno essere riconosciuti i CFU in base al numero di incontri frequentati (talks e/o corsi). Per info: segnalazioni.did@unive.it.
Per gli studenti dell’Università Iuav di Venezia seguiranno maggiori indicazioni.

 


 

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Scarica il programma completo Settembre/Ottobre 2022

 


 

TALKS

Ottobre 2022; online e on site (Isola di San Giorgio Maggiore)

 

7.10, ore 14:00

Art as a Method of Experimental Preservation

Jorge Otero-Pailos (Columbia University, New York)

Direttore del corso Historic Preservation presso la Graduate School of Architecture, Planning and Preservation della Columbia University, Jorge Otero-Pailos è architetto, artista e teorico specializzato in forme sperimentali di conservazione. Nel corso dell’incontro, Otero-Pailos presenta una serie di lavori recenti in cui utilizza residui materiali di edifici e siti – tra cui polvere atmosferica, corsi d’acqua, tracce di sudore e suoni – come metodologie sperimentali per la conservazione e per rendere visibili i loro significati invisibili.

ENG; on site; online

 

25.10, ore 16:00

Akbarian Anarchism: the influence of Ibn Arabi’s Thought in the Modern West and the Limiting Case of Ivan Agueli

Gregory Vandamme (Fellow Fondazione Giorgio Cini)

L’eredità intellettuale e spirituale di Ibn ʿArabī (1165-1240) è stata oggetto di molteplici appropriazioni socio-politiche e religiose. Gregory Vandamme approfondisce la comprensione delle questioni sollevate dalle interpretazioni e strumentalizzazioni contemporanee del pensiero di Ibn ʿArabī, esaminando il caso limite di  Ivan Gustaf Aguéli (1869-1917), un personaggio di particolare rilievo, sebbene eccentrico, curatore della prima introduzione al pubblico occidentale del filosofo, mistico e poeta arabo.

La ricerca è stata portata avanti grazie ad una borsa di studio del Centro Vittore Branca della Fondazione Giorgio Cini.

ENG; online

Registrati qui

 

9.11, ore 16:00

Materializing the past. Original artworks based on ancient designs

Elena Merino Gómez (Universidad de Valladolid)

L’intervento di ricerca riflette sulle possibilità che le nuove  tecnologie di acquisizione dei dati e di riproduzione tridimensionale offrono per le opere d’arte mai prodotte, attraverso due casi di studio basati su progetti di Piranesi e Canova.

ITA; online

 

Classical Mosaics. Evaluation of the possibilities and outcomes of Artificial Intelligence reconstructions

Fernando Moral Andrés (Universidad Nebrija, Madrid)

I mosaici sono opere d’arte la cui frammentarietà ha provocato ingenti danni a causa della perdita dei tasselli. L’intervento offre i primi risultati dei nuovi strumenti di IA come DALL-E2 in grado di interpretare le parti mancanti.

ENG; online

Registrati qui

 


 

CORSO AOA

Ottobre 2022, online

 

Sullo ‘stile’ digitale

a cura del Master Digital Exhibit dell’Università Iuav di Venezia

Registrati qui

 

Le quattro lezioni intende illustrare le numerose possibili declinazioni delle applicazioni digitali nei vari campi delle arti e della cultura analizzandone le diverse pratiche, i diversi processi creativi e produttivi, nonché gli strumentazioni utilizzate per le diverse tipologie di prodotti artistici. Le lezioni spazieranno dal tema degli allestimenti digitali per la valorizzazione del patrimonio culturale, all’approccio creativo e artistico finalizzato alla narrazione e allo storytelling, passando per le diverse forme di creatività e di espressione artistica, sempre a partire da strumenti e tecniche sperimentali.

 

6.10, ore 16:00
Navigating art archives

Matteo Cellini (CamerAnebbia, Milano)

Matteo Cellini, parte del collettivo CamerAnebbia di Milano, illustra in che modo vengono prodotte alcune delle numerose installazioni interattive progettate a partire da materiali d’archivio museali, fonti incografiche  e documentali e opere d’arte di alcune delle più importanti collezioni italiane. La lezione approfondisce le tecniche utilizzate per generare paesaggi visivi attraverso le tecniche del ritocco, della post produzione e del real time rendering, fruibili attraverso schermi touch e videoproiezioni di grandi dimensioni.

ITA; online; 120 minuti

 

11.10, ore 16:00
Dall’Arte classica all’Arte digitale. Nuove forme di narrazione

Rino Stefano Tagliafierro (Karmachina, Milano)

La lezione di Rino Stefano Tagliafierro è incentrata sulla presentazione di alcuni lavori multimediali – cortometraggi, progetti commerciali e videoinstallazioni – in cui,  attraverso l’utilizzo di opere d’arte figurativa classica elaborate digitalmente, viene raccontata una nuova forma di narrazione (approfondendo tutte le tappe del processo produttivo, dall’ideazione del progetto alla realizzazione finale).

ITA; online; 120 minuti

 

13.10, ore 16:00
New tools, new ideas. Interactivity between the digital and the physical

Klaus Obermaier (artista)

L’appuntamento con l’artista Klaus Obermaier indaga come gli strumenti digitali possano essere utilizzati come medium esplorativi di ricerca artistica e, al contempo, in che modo le nuove tecnologie possano generare forme di interattività che rimettano in in relazione la dimensione fisica del corpo con quella digitale della creazione artistica.

ENG; online; 120 minuti

 

18.10, ore 16:00
Digital exhibit. Dispositivi multimediali e interattivi per il patrimonio culturale

Cristina Barbiani (Università Iuav di Venezia)

La lezione conclusiva approfondisce le diverse tecnologie che si nascondono dietro alle installazione multimediali e interattive; le strumentazioni permettono attraverso un lavoro di “traduzione” visiva di raccontare e restituire indagini scientifiche, dati di ricerche storiche e risultati di indagini archeologiche, attraverso alcuni esempi realizzati.

ITA; online; 120 minuti

 


 

CORSO AOA

Novembre 2022, online

 

Giacomo Verde (1956-2020). Dall’archivio del tecnoartista al libro, alla mostra al film

a cura Anna Maria Monteverdi

Registrati qui

 

Giacomo Verde (Cimitile, 1956- Lucca, 2020) in quarant’anni di attività artistica si è confrontato con diversi linguaggi come il teatro di strada, la videoarte, la pittura, il disegno, la  performance, la Net Art con l’idea di indagare le contaminazioni tra i media per creare lavori in cui diverse tecniche artistiche convivono in uno spirito “artivista”. Le quattro lezioni intendono illustrare il metodo di lavoro con cui i materiali inediti dell’archivio multimediale sono diventati un volume edito da Milano University Press e una mostra interattiva, offrendo spunti per un film a venire.

 

9.11, ore 16:00

L’archivio di un artivista. Giacomo Verde (1956-2020)

Anna Maria Monteverdi (Università Statale, Milano)

L’incontro avverrà in diretta dal Museo CAMeC, La Spezia, in occasione della mostra Liberare Arte da Artisti al CAMeC.

ITA; online; 120 minuti

 

16.11, ore 16:00

Attraversamenti: le ultrascene di Giacomo Verde

Dalila D’Amico (Università di Roma La Sapienza)

ITA; online; 120 minuti

 

23.11, ore 16:00

Giacomo Verde: il teleracconto e i suoi doppi. La reinvenzione di una tecnica videoteatrale per bambini

Vincenzo Sansone (Università Statale, Milano)

ITA; online; 120 minuti

 

30.11, ore 16:00

Dall’archivio al film

Raffaella Rivi

ITA; online; 120 minuti

 


 

ARCHIVIO EVENTI

 

Talk, 29.9.2022

Sulla creatività digitale: La Maschera del Tempo (online coming soon)

Ennio Bianco, Mattia Casalegno, Martux_m

 

Talk, 28.6.2022

Venice Long Data: una nuova piattaforma per la consultazione e l’analisi di (long) data storici. Il caso delle Delibere del Senato dell’Archivio di Stato di Venezia

Guido Caldarelli, Alessandro Codello

 

Talk, 23.6.2022

Formazione digitale, creatività e comunicazione museale. Le nuove professioni per i beni culturali

Cristina Barbiani

 

Talk, 14.6.2022

La digitalizzazione dell’isola di San Giorgio Maggiore e delle collezioni Cini: tecniche 3D per i beni culturali

Carlos Bayod Lucini

 


 

Per le edizioni passate visita il canale YouTube della Fondazione Giorgio Cini