Lyda Borelli - attrice di cinema e teatro - Fondazione Giorgio Cini Onlus

Lyda Borelli – attrice di cinema e teatro

Mosca, Museo Statale del Cinema
plus apr, 01mag, 22 2021

Il 1 aprile 2021 alle 18:30 il Museo Statale del Cinema di Mosca, l’Istituto Italiano di Cultura di Mosca e l’Istituto per il Teatro e il Melodramma – Fondazione “Giorgio Cini” presentano il progetto internazionale “Lyda Borelli – attrice di cinema e teatro”.

 

Il 31 marzo il Museo Statale del Cinema di Mosca festeggia il suo compleanno che è caduto quest’anno di mercoledì, giorno festivo per il Museo. Il giorno successivo, il primo aprile, il Museo apre in collaborazione con l’Istituto per il Teatro e il Melodramma – Fondazione “Giorgio Cini” e l’Istituto Italiano di Cultura di Mosca la mostra “Lyda Borelli – attrice di cinema e teatro”, curata da Maria Ida Biggi e Marianna Zannoni.

La mostra racconta la vicenda artistica di una delle più affascinanti attrici italiane del primo Novecento. Gli specialisti dell’Istituto per il Teatro e il Melodramma – Fondazione “Giorgio Cini” con il sostegno dei discendenti di Lyda Borelli studiano il suo patrimonio. Questa mostra è il risultato di un lungo percorso di studio e ricerca che ha portato alla pubblicazione del volume monografico “Il Teatro di Lyda Borelli”, a cura di Maria Ida Biggi e Marianna Zannoni (Fratelli Alinari, Firenze 2017). I materiali per la mostra sono stati forniti da varie istituzioni italiane: musei e teatri, biblioteche e fondi.

 

Lyda Borelli nacque nel 1887 in una famiglia di attori e iniziò a recitare sul palco da bambina. Appartiene alla generazione successiva a quella della grande Eleonora Duse. In diversi periodi della sua carriera Lyda fu membro delle compagnie dei registi Ruggero Ruggeri ed Ermete Novelli, si esibì su palcoscenici di varie città italiane. Borelli recitò nelle commedie dei famosi drammaturghi-modernisti Gabriele D’Annunzio e Oscar Wilde, nonché in film (la filmografia dell’attrice comprende una quindicina di film girati nel periodo tra il 1913-1918). La sua cerchia di amici include i più brillanti autori e intellettuali italiani del primo quarto del XX secolo. Borelli fu ritratta dai principali fotografi dell’epoca.

Lyda Borelli visse una lunga vita, si ritirò dalle scene nel 1918 dopo il matrimonio con il conte Vittorio Cini e dedicò la sua vita al marito e ai figli.  

La mostra “Lyda Borelli – attrice di cinema e teatro” rafforza la collaborazione tra il Museo Statale del Cinema di Mosca e l’Istituto Italiano di Cultura di Mosca, nata un anno fa durante la preparazione alla mostra “Federico Fellini: il Centenario”. 

 

A presentare la mostra saranno il Direttore del Museo Statale del Cinema di Mosca Larisa Solonitsyna e il Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Mosca Daniela Rizzi. Il Direttore dell’Istituto per il Teatro e il Melodramma – Fondazione “Giorgio Cini” Maria Ida Biggi saluta gli ospiti in un video.

Al termine della presentazione sarà proiettato il film “La memoria dell’altro”, con la partecipazione di Lyda Borelli e restaurato dalla Cineteca Nazionale di Roma. Il film viene proiettato con l’accompagnamento musicale del pianista Filipp Čeltsov.

 

Scarica il pieghevole

Scarica la locandina