Il suono sinfonico del romanticismo. Teoria e pratica della direzione d’orchestra nel ventesimo secolo

plus 22 MAR 2018

22 marzo 2018, ore 17.00
ATENEO VENETO
SALA TOMMASEO

Terza edizione del ciclo Il suono sinfonico del romanticismo. Teoria e pratica della direzione d’orchestra nel ventesimo secolo

Ciclo in collaborazione con la Fondazione Peter Maag (Verona) e La Sapienza – Università di Roma, a cura di Gianmario Borio, Nicola Guerini e Antonio Rostagno.

Il progetto si articola in una serie di conferenze su 18 direttori d’orchestra del Novecento, a testimoniarne i diversi orientamenti interpretativi, stilistici e tecnici. L’indagine ha come oggetto l’interpretazione del repertorio sinfonico dell’Ottocento, da Schubert a Mahler. Il principale obiettivo è quello di ripercorrere il modo di pensare il sinfonismo romantico attraverso il Novecento, riconsiderando la formazione e l’evoluzione della sua immagine sonora. Nella lezione veneziana, che si terrà anche quest’anno all’Ateneo Veneto, Damien Colas (CNRS) parlerà delle interpretazioni di John Eliot Gardiner.

Damien Colas

Il musicologo Damien Colas è “directeur de recherche” al Centre national de la recherche scientifique e lavora all’Institut de recherche en musicologie a Parigi. Le sue ricerche vertono sull’opera francese e italiana del Settecento e dell’Ottocento, con particolare attenzione alla prassi esecutiva (canto e orchestra), alla drammaturgia musicale e allo studio dei processi compositivi della melodia. La sua edizione critica de Le comte Ory di Rossini (Bärenreiter, 2014) ha vinto il premio « Best Edition » del Deutscher Verleger-Verband nel 2015. Ha ultimamente curato un’edizione critica de Le siège de Corinthe (Fondazione Rossini, 2017), pubblicando più di venti minuti di musica inedita. Con Alessandro Di Profio (Université Paris 3), ha co-diretto diversi volumi collettivi, tra cui D’une scène à l’autre. L’opéra italien en Europe (Mardaga, 2009).