Al via il restauro dello Scalone del Longhena della Fondazione Giorgio Cini, danneggiato dall'Acqua Granda - Fondazione Giorgio Cini Onlus

Al via il restauro dello Scalone del Longhena della Fondazione Giorgio Cini, danneggiato dall’Acqua Granda

Grazie a Fondazione di Venezia è partito il cantiere che riporterà l’opera di Baldassare Longhena alla sua bellezza.

Lo spledindo Scalone Monumentale realizzato nel 1643 da Baldassarre Longhena che costituisce – insieme alla Biblioteca – il risultato più clamoroso della lunga e continua attività del noto architetto veneziano sull’Isola di San Giorgio Maggiore, verrà riportato alla bellezza che ebbe fin dall’inizio della sua costruzione, dopo i danni subiti a causa dell’acqua alta eccezionale del 12 novembre 2019 (+187 cm) e dei giorni seguenti (+160 cm).

 

L’operazione di restauro, che durerà circa sette mesi, è resa possibile grazie all’iniziativa di fundraising della Fondazione di Venezia che ha assegnato alla Fondazione Cini 190 mila euro del totale raccolto, circa 2,5 milioni di euro, per il “Fondo per il recupero del patrimonio artistico culturale della città di Venezia danneggiato dall’acqua alta”, coordinando e coinvolgendo le Fondazioni di Origine Bancaria associate ad Acri.